Revisione auto scaduta: come fare, costo, sanzioni e novità

revisione veicolo scaduta

La revisione auto è un controllo periodico obbligatorio previsto dal codice della strada ma, nel caso sia scaduta senza che ce ne accorgessimo cosa succede?

Dal 1° Gennaio 2017 vi sono importanti cambiamento riguardo la revisione di auto e moto, ecco tutto quello che c’è da sapere su scadenza, costi ed eventuali sanzioni. Primo tra tutti segnaliamo che, la nuova legge di bilancio stabilisce che le autofficine autorizzate alla motorizzazione della revisione debbano controllare che il veicolo:

  • sia in regola con il bollo auto
  • non abbia un fermo amministrativo pendente

nel caso in cui una delle due variabili dia esito negativo l’autofficina non potrà effettuare la revisione fino a quando il titolare del mezzo non si metterà in regola con i pagamenti.

In questo articolo ci occuperemo di chiarire ogni possibile dubbio riguardo ciò che è necessario fare in caso la revisione auto sia scaduta prima che ne accorgessimo.

Revisione auto: quando scade

La revisione, come bollo ed assicurazione di qualsiasi mezzo di circolazione motorizzato, ha dei tempi e delle scadenze ben precise dettate dalla legge.

Ti stai chiedendo come faccio a sapere quando farla esattamente? Semplice, la prima scadenza avviene quattro anni dopo la data di immatricolazione del veicolo. I successivi controlli hanno invece cadenza biennale. Il calcolo di quando scade la revisione auto è molto semplice dunque perché è sufficiente ricordare il messo di acquisto e messa in circolazione della macchina.

Esiste una tolleranza dopo la scadenza?

Capita di rendersi conto di avere la revisione auto scaduta, in questo caso, la prima domanda che sorge spontanea a tutti è: allo scadere della revisione dell’auto quanto tempo si può circolare prima di incorrere in sanzioni? La risposta è semplice: l’ultimo giorno del mese in cui la revisione è stata fatta. Per fare un esempio: immatricolazione il 1 settembre 2016, prima revisione settembre 2020, tolleranza fino al 30/09/2020.

Sanzione per revisione auto scaduta

Ti stai chiedendo a quanto ammonta la multa per revisione auto scaduta? La sanzione pecuniaria varia da 159 Euro a 639 in base all’articolo 80 CdS comma 14.  Inoltre l’organo accertatore segnala sulla carta di circolazione che il mezzo è sospeso dalla circolazione fino a che non sarà stato sottoposto al controllo, indipendentemente che sia scaduta da 1 settimana, 1 mese o 6 mesi. In caso di guida in autostrada con un mezzo non in regola si è passibili ad un verbale che varia da 159 a 639 Euro oltre che al fermo amministrativo del  veicolo (art. 176 comma 18).

Si può viaggiare anche se la revisione è scaduta con il foglio di prenotazione? 

No, in quanto il foglio di prenotazione non ha alcun valore. In realtà in veicolo è autorizzato a circolare esclusivamente il giorno in cui è fissata la revisione e solo per il tragitto dal luogo in cui si trova all’officina incaricata. Solo i veicoli soggetti a revisione annuale sono autorizzati a circolare oltre la data di scadenza con il foglio di prenotazione, a patto che la prenotazione sia stata fatta entro i termini di suddetta scadenza.

Passaggio di proprietà con revisione scaduta: si può fare?

Si, per la registrazione al PRA non è obbligatorio che il veicolo sia in regola con la revisione, anche se solitamente è di buona norma accordarsi tra le parti, ovvero l’acquirente deve essere informato dal venditore di questa cosa in quanto, se il mezzo è privo di revisione non può circolare su strada.

 

Ti potrebbe interessare anche: