Bollo auto scaduto: sanzione, calcolo interessi e dove pagare

sanzioni per bollo auto scaduto

Cosa fare se il bollo auto è scaduto e come comportarsi per essere in regola con i pagamenti? In caso di mancato pagamento del bollo auto occorre pagare successivamente al termine previsto non solo la tassa prevista ma anche le sanzioni e gli interessi maturati in base ai giorni di ritardo. Per sapere esattamente cosa fare seguire le seguenti indicazioni.

Quando scade il bollo auto

Anche se è comunemente noto come bollo di circolazione, il bollo auto non è un’imposta sulla circolazione del veicolo, ma una tassa sulla proprietà. Quindi è obbligatorio pagarla anche se il mezzo non viene utilizzato. Il bollo auto scade il mese successivo a quello di scadenza e per essere in regola bisogna pagarlo entro questi termini. Ad esempio, se il bollo auto scade a febbraio 2016 deve essere pagato entro il 30 marzo 2017.

Calcolo bollo auto scaduto

Per calcolare il bollo auto scaduto occorre aggiungere, oltre all’importo originario, sanzioni e interessi. Le sanzioni sono calcolate in base ai giorni di ritardo e questo sta ad indicare che più tempo passa e maggiore sarà la cifra da versare. Come calcolare bollo auto scaduto? Ecco come fare:

Entro 14 giorni la sanzione è pari allo 0,1% per ogni giorno di ritardo

Da 15 a 30 giorni la multa è l’1,5% dell’importo originario

Da 31 a 90 giorni la multa è l’1,67% dell’importo originario

Da 91 giorni ad 1 anno la multa è pari al 3,75% dell’importo originario

Oltre 1 anno la multa pari al 30% della tassa dovuta da aggiungere agli interessi moratori da calcolare per ogni semestre di ritardo

Pagamento bollo auto scaduto da più di un anno

Se per qualsiasi motivo hai dimenticato di pagare il bollo auto, chiedi il ravvedimento operoso per metterti in regola senza pagare oneri eccessivi. Si tratta di un sistema che consente di mettersi in linea con i pagamenti versando una sanzione inferiore. Puoi usufruire del ravvedimento operoso se chiedi la regolarizzazione entro i 12 mesi successivi alla data di scadenza del bollo. Trascorsi questi termini dovrai invece pagare il bollo auto scaduto con la multa. Se decidi di effettuare il pagamento del bollo auto scaduto da più di un anno, calcola che, oltre all’importo della tassa dovrai aggiungerci le sanzioni e gli interessi applicati dalla legge. Inoltre, ricorda che queste normative cambiano da regione a regione e sono ritoccate ogni anno, di solito sempre al rialzo.

Bollo scaduto da 3 anni o più

Se il bollo non viene pagato per 3 anni consecutivi può scattare un accertamento da parte dell’ACI. Se non si riescono a dimostrare i pagamenti entro 30 giorni il veicolo viene depennato d’ufficio dal PRA. Inoltre, la Direzione Generale della Motorizzazione Civile ritira targa e carta di circolazione, un provvedimento che viene eseguito dalle forze dell’ordine. Per circolare senza problemi devi fare una nuova iscrizione al PRA e pagare gli anni di bollo arretrati. Come pagare il bollo auto scaduto da anni? Per pagare il bollo auto scaduto basta recarsi in Posta, nelle ricevitorie Sisal, nelle tabaccherie del circuito Lottomatica, all’ACI. Per chi ha dimestichezza con internet può effettuare il pagamento bollo auto scaduto online inserendo il numero di targa del veicolo nella pagina predisposta dall’ACI e procedendo al pagamento.

Ti potrebbe interessare anche: