Dolore intercostale, cosa fare ?

dolori intercostali

I dolori intercostali sono delle fitte o dei crampi che si avvertono nella zona interna alla gabbia toracica. Possono riguardare quindi diversi organi, dalle ossa ai muscoli e via dicendo, e possono dipendere dalle cause più varie. Spesso e volentieri quando si avvertono i dolori intercostali ci si spaventa, perché si pensa a qualcosa di grave: ma essi possono essere scaturisti da infiammazioni, distorsioni, fratture, scoliosi, ernia del disco ma possono anche non avere una causa del genere.

Talora i dolori intercostali scaturiscono solamente da stati di ansia e di stress prolungati e forti, e come tali non sono da correlare a nessun problema grave.
Quali sono le cause dei dolori nella cassa toracica? Si potrebbe trattare di problemi dei muscoli e delle ossa, o delle articolazioni, oppure potrebbe essere un problema dettato dalla presenza di scoliosi, problemi di postura, discopatie, dolori al torace. Altre condizioni che possono causare i dolori intercostali sono per esempio l’artrosi dell’articolazione delle spalle, l’herpes zoster, costocondrite, sternocondrite ed altre condizioni simili.

I dolori intercostali possono anche essere la conseguenza di patologie degli organi interni come il cuore, i polmoni, l’aorta, l’arteria, il pericardio o la pleura. Se i dolori sono troppo intensi, frequenti e non accennano a passare, la cosa migliore da fare è andare dal medico: lui potrà effettuare una diagnosi precisa della condizione dalla quale dipende il dolore interno al torace, escludendo eventualmente che si tratti di una malattia degli organi interni, di un sintomo di infarto o tumore.

Dolori intercostali: cosa fare

Particolarmente preoccupante risulta il dolore intercostale a sinistra, che fa pensare subito all’inizio di un infarto.
Per questo motivo è importante conoscere quali sono i sintomi di un infarto in arrivo, per sapere quando si devono chiamare i soccorsi.

Se si avverte un dolore intercostale a sinistra molto forte, che dura a lungo (più di dieci minuti), se il dolore si irradia al braccio sinistro, si accompagna a sudorazione abbondante, difficoltà a respirare e nausea, o anche solo alcuni di questi sintomi, contattate un medico immediatamente perché potrebbe trattarsi dell’inizio di un infarto. Invece se il dolore passa come se nulla fosse, potrebbe trattarsi di uno dei casi che abbiamo visto. I dolori intercostali possono essere anche psicosomatici e accompagnarsi a ansia o angoscia.
Se temete che possa esserci qualcosa che non va, per esempio perché i dolori intercostali si presentano spesso, allora è meglio recarsi dal dottore.

La diagnosi del tipo di problema che potrebbe essere alla base del dolore viene effettuata sulla base di anamnesi familiare e personale, di segni clinici come l’elettrocardiogramma, l’analisi del sangue, le Tac, le gastroscopie, i raggi X allo stomaco o la Tac all’addome. Il tipo di diagnosi effettuata dipende da quali sono i sospetti del medico circa quella che potrebbe essere l’origine dei dolori intercostali; per questo bisogna cercare di essere precisi e di spiegare bene al medico quando si hanno sperimentati i dolori, quanto durano, in quale parte del corpo arrivano, e se sorgono in conseguenza a qualche attività in particolare.

Ti potrebbe interessare anche: