Body: come abbinarlo

il-ritorno-del-body

Da qualche tempo il body è finalmente tornato di moda: indumento pratico, comodo e femminile era fondamentale trovarlo negli armadi delle donne negli anni ’80. Ora è tornato ad arricchire il guardaroba femminile con lo scopo di regalare sinuosità, scolpire la silhouette, esaltare le forme e donare un tocco sexy al corpo femminile.
Ideato inizialmente come lingerie per esaltare i punti di forza del corpo di una donna, nascondendosi, però, sotto camicie e maglioni, oggi è invece diventato uno dei capi più trendy della moda italiana e internazionale, poiché si sposa pienamente sia con outfit eleganti e raffinati, sia con look più casual, inserendosi soprattutto tra le tendenze moda estive.
Semplice o elegante, in pizzo o in cotone, se ben abbinato, il body può essere indossato in diverse versioni mostrandosi il capo ideale per tutti i giorni e per occasioni speciali. Scoprire le combinazioni vincenti permette di gestire al meglio il proprio outfit ed esaltare la propria femminilità.

Il body in stile casual

Icona trendy del genere casual, l’abbinamento del body con i jeans è sicuramente intramontabile. Ancor di più se il body è accompagnato da jeans a vita alta, proprio a voler richiamare lo stile anni ’80. Un tocco glamour può essere dato dall’aggiunta di un morbido e ed avvolgente maglione indossato nelle sere più fredde.
In alternativa, per le stagioni più calde,il body è ideale e comodo per tutti i giorni, magari in fresco cotone elasticizzato a tinta unita: chi ha poco seno, inoltre, può optare di non indossare il reggiseno, così da sentirsi ancora più libera e fresca. Questa versione è sicuramente adeguata all’abbinamento con freschi shorts in jeans e sandali. Diventa, poi,particolarmente trendy se il body è scollato sulla schiena: questo modello mette in risalto uno dei punti più sexy del corpo femminile.

Il body di pizzo: chic in ogni occasione

Il pizzo è sempre stato un tessuto particolarmente elegante e sensuale; e il body non deve necessariamente essere un indumento sportivo. Per tale motivo, il connubio tra i due dà luogo all’eleganza del body di pizzo, meglio se nel classico nero, smanicato o monospalla, può essere abbinato ad una longuette o pantalone a vita alta con decoltè ai piedi: il risultano non può che risultare un’idea vincente per delle serate speciali ed eleganti.

Il body e i capispalla

Le modalità di abbinamento dei body con gonne o pantaloni può essere sicuramente abbastanza semplice: basta seguire il buon gusto o farsi suggerire dalle tendenze di moda. Ma cosa mettere sopra un body? Tra i più gettonati sono sicuramente i blazer avvitati, i quali mettono sicuramente in risalto il punto vita e si adattano facilmente a qualunque tipo di tessuto del body. Non sono da scartare, però, neanche giacche di jeans o giacche in pelle, le quali danno entrambe un aspetto casual, più sportivo con le prime e più grintoso con le seconde, soprattutto se sono accompagnate de jeans dall’effetto strappato o leggings.

A lavoro: body e tailleur!

E’ rinomata la classicità del tailleur da indossare in ambito lavorativo o in particolari incontri tête-à-tête, poichè dona alla donna una classe intramontabile. Per chi, dunque, non fosse amante delle classiche camicie o bluse, può sostituirle facilmente con un body che faccia effetto “sottogiacca”, indipendentemente che sia abbinato ad una gonna o ad un pantalone. L’importante è che la giacca sia lasciata aperta!

Con o senza reggiseno?

Il body, si sa, nasce come indumento intimo in sostituzione di scomode canottiere, utilizzato soprattutto per la sua funzione di delineare le linee del corpo. Oggi la tendenza è quella di indossare il body come capo d’abbigliamento, anzi, è diventato uno tra i più ambiti indumenti grazie alla sua versatilità. Ma sorge spontaneo, a questo punto, capire se sia necessario indossare anche il reggiseno.
Gli esperti di moda consigliano di no se si ha un seno molto piccolo e, soprattutto se il body è stretto ed elasticizzato: in questo modo non si potranno vedere antiestetiche cuciture e gancetti sulla schiena. Piuttosto sarebbe meglio optare per i reggiseni adesivi in silicone, facili da indossare sotto un top molto aderente come può esserlo un body. In alternativa esistono body con le coppe che non appiattiscano ancor di più la figura.
Chi, invece, ha un seno generoso e, magari, anche qualche chiletto in più, è bene che indossi una giacca o un maglione sopra il body, abbinati a pantaloni a vita alta, in modo da mascherare una silhouette non proprio snella.

Quale modello scegliere?

I modelli di body sono numerosi e ciò lo rende un indumento estremamente versatile:esistono body monospalla, con spallina larga o stretta; vi sono quelli a maniche lunghe o particolarmente scollati sulla schiena. Esistono di pizzo, in cotone, a tinta unita, floreali o a righe. Insomma, non mancano versioni che possono essere adattabili ad ogni situazione e ad una varietà di indumenti diversi per tessuto, praticità ed eleganza.

In definitiva, il ritorno del body nella moda internazionale non può passare certo inosservato. Questo capo d’abbigliamento non può mancare oggi, come allora, nell’armadio di una donna: le varietà sono molte e soddisfano ogni gusto, non resta, quindi, che sbizzarrirsi!

Ti potrebbe interessare anche: