Come unire l’arredamento alla salute e all’ecosostenibilità

topaudio.it (Come unire arredamento_800x533

Vivi in un appartamento minuscolo e non hai la possibilità di piantare le tue piante preferite a causa della mancanza di spazio? Da qualche anno non hai più nulla di cui preoccuparti perché puoi considerare l’opzione di coltivare un bel giardino verticale da interni, rendendo la tua casa anche più accogliente.

Quella del giardino verticale è una soluzione versatile, bella da vedere e funzionale, per aggiungere un tocco di verde alla tua casa grigia, anche nel mezzo della città! Andiamo a vedere di cosa si tratta e quali sono le soluzioni migliori che puoi prendere in considerazione!

Che cos’è il giardino verticale

Il giardino verticale non è solo un modo per coltivare le piante in assenza di spazio ma è anche un modo innovativo per arredare la casa, sfruttando le pareti e aggiungendo un tocco di verde dove si preferisce!

Grazie al giardino verticale possiamo dire addio ai vasi sparsi per casa e possiamo accogliere questi sistemi, per lo più modulari, in cui piantare le nostre piante preferite, siano esse decorative oppure aromatiche, così da avere sempre a disposizione le erbe fresche per cucinare!

I benefici dei giardini modulari, però, non si fermano solo all’estetica e alla comodità di avere le piante aromatiche sempre a disposizione, ma ce ne sono tanti altri di cui ci occuperemo nel prossimo paragrafo.

Quali sono i principali benefici del giardino verticale

Tra i tantissimi benefici di cui possiamo usufruire se decidiamo di dedicarci al giardinaggio verticale, troviamo soprattutto quelli che interessano la nostra salute come quelli citati in seguito:

  • Nel giro di appena 72 ore dall’istallazione del giardino verticale, nella nostra casa avverrà una netta riduzione di polveri sottili;
  • La moltiplicazione di acari, muffe e funghi diminuirà notevolmente a causa del controllo dell’umidità che, grazie al giardino verticale, si manterrà costante al 50%;
  • Non appena vengono istallati i pannelli modulari del giardino verticale noterai una certa riduzione dell’inquinamento acustico.

Quali soluzioni possiamo considerare

Per realizzare un giardino verticale puoi considerare diverse opzioni. Prima di tutto, visto il successo di queste soluzioni green per coltivare, in tutti i sensi, la tua passione anche nei piccoli spazi, esistono diversi marchi che mettono a nostra disposizione dei veri e propri kit.

Si tratta di kit innovativi, completi di tutto, con tanto di sistema di irrigazione che ci renderanno il lavoro molto più semplice e ci assicurano il massimo dei risultati.

Se invece preferisci realizzare un giardino verticale con le tue mani, puoi anche considerare l’opzione di darti al fai da te, ad esempio costruendo una base con i pallets, oppure con delle bottiglie riciclate, insomma, le idee sono veramente tante e il risultato dipenderà da te!

Come scegliere le piante più adatte al nostro giardino verticale

Le piante che possiamo coltivare nel nostro giardino verticale sono veramente tante e possiamo dire che, in un certo senso, non ci sono limiti, ovviamente sempre in base alla tua esperienza nel settore.

Tuttavia, almeno all’inizio della tua coltivazione, ti consigliamo di piantare delle piante che non siano eccessivamente infestanti, che crescano in modo contenuto e che non siano troppo impegnative per il tuo nuovo hobby.

Puoi piantare gli ortaggi, le erbe aromatiche, le piante decorative, le erbette particolari, insomma, tutto quello che vuoi! Tra le piante più facili da coltivare nel giardino verticale ricordiamo sicuramente quelle citate in seguito:

  • Le fragole;
  • Il basilico;
  • Il rosmarino;
  • Le zucche;
  • Le piante rampicanti;
  • Le zucchine.

Infine, ti sconsigliamo di piantare sul giardino verticale gli ortaggi perenni, come gli asparagi, in quanto hanno bisogno di cure più attente e perenni, ad esempio il rinvaso stagionale e altre attenzioni che non potresti dargli con questa tipologia di coltivazione.

Ti potrebbe interessare anche: