Frattura femore in un anziano: quando non è operabile?

frattura del femore ed intervento negli anziani

Le fratture del femore nelle persone avanti con l’età sono un evento molto frequente e possono portare a gravi conseguenze. Vediamo meglio in cosa consiste e perché non è sempre operabile

Il femore è l’osso più lungo del nostro corpo: nella parte superiore si articola con l’anca, mentre in quella inferiore con rotula e tibia, costituendo l’articolazione del ginocchio. Esaminando la parte superiore si trova la testa del femore, subito sotto troviamo il collo ed alla sua base due prominenze: il piccolo ed il grande trocantere femorale. A separarli c’è la linea intertrocanterica.

La frattura del femore riguarda tipicamente le persone anziane, in particolare le signore, a causa della maggiore fragilità ossea dovuta all’osteoporosi. Sono eventi che capitano molto frequentemente ed in genere portano a gravi conseguenze perché, negli over 65 la rottura interessa la testa del femore. Tale rottura limita fortemente i movimenti dell’arto, che già nelle persone anziane è compromessa e può portare a gravi conseguenze, persino alla morte nei soggetti che hanno subito il trauma.

Il problema dell’osteoporosi non riguarda solo le donne ma, anche gli uomini e può colpire anche prima dei 65 anni di età. I fattori di rischio sono diversi:

  • stile di vita errato,
  • assunzione di farmaci (anticoagulanti e cortisone, ad esempio)
  • malattie endocrine e metaboliche
  • artrite reumatoide
  • HIV
  • trapianti
  • osteogenesi

Negli anziani le rottura del femore è solitamente associata ad traumi di bassa intensità, come ad esempio una caduta. In base all’urto subito, l’osso, presenta fratture scomposte (se l’osso perde il suo allineamento dopo il trauma) o composte (se dopo l’urto l’allineamento è conservato).

Operazione per la frattura femorale: quando non è possibile

Ad oggi, lo standard di trattamento, consiste nella riduzione della frattura e stabilizzazione chirurgica della stessa. Diversamente si rischia che insorgano:

  • piaghe da decubito,
  • infezioni vescicali, alle vene delle gambe o polmonari,
  • necrosi alla testa del femore,
  • errata saldatura dei punti fratturati

Malauguratamente, la frattura del femore in un anziano però, non è sempre detto che sia operabile e quindi risolvibile. Questo per via di gravissimi squilibri che comporterebbe l’intervento per l’impianto di una protesi in una persona molto avanti con gli anni. Purtroppo, in questo caso, anche le complicanze per la salute connesse alla frattura del femore non operabile sono maggiori rispetto a chi può sottoporsi all’intervento e vanno da infezioni a diversi organi e piaghe da decubito, come già abbiamo visto poco fa.

Ti potrebbe interessare anche: