Codice sconto, coupon, deal e voucher: Scopriamo le differenze

codici sconto

I termini codice sconto, coupon, deal, voucher, spesso e volentieri vengono usati come sinonimi. Questo comporta l’incapacità di attribuire a ciascuno il suo vero significato. Se è vero che nel linguaggio comune accade di usare questi termini per indicare l’uno o l’altro, è anche vero che ciascuno di loro indica una tipologia specifica di promozione. Andiamo quindi a scoprire quali sono i precisi significati di ciascuno di questi termini.

Il codice sconto consiste in una promozione molto diffusa, che viene utilizzata, oggi come oggi, da tantissimi negozi online. Si tratta di una stringa alfanumerica che deve essere inserita in un box apposito nel sito internet prima del pagamento.

A questo punto, si applica il codice, che può essere uno sconto (fisso oppure proporzionale) oppure può consistere nel mancato pagamento delle spese di spedizione, o ancora potrebbe essere invece un omaggio.

I codici sconto possono essere ottenuti direttamente collegandosi ai siti dove si vogliono fare acquisti e iscrivendosi alla newsletter, ovvero tenendo d’occhio le loro pagine social. Se si ha bisogno di codici sconto e non si sa dover cercali, una delle migliori soluzioni è quella di andare su appositi siti che si occupano di raccogliere tutti i codici sconto aggiornati (qui ne trovate uno molto fornito) in modo da permettere ai clienti di avere sempre a disposizione gli sconti più recenti per ogni tipo di negozio.

Il coupon invece consiste in una promozione che si avvicina al concetto di buono o di codice sconto, ma è cartaceo, non digitale. Ormai il termine coupon viene usato praticamente come sinonimo di codice sconto, ma il coupon consiste invece in un buono cartaceo, che viene ritagliato dai giornali (o comunque viene regalato dai supermercati e negozi) e permette di ottenere uno sconto sull’acquisto di certi prodotti se viene presentato in cassa.

Diverso dal codice sconto è il Deal.
Il Deal (affare, in inglese) consiste infatti in un tipo di promozione particolare: in sostanza, si usufruisce di uno sconto davvero importante (che può arrivare anche al 70% del prezzo di partenza) ma l’acquisto del Deal non assicura di poterne usufruire. Infatti i negozi o le attività che vi aderiscono attendono un certo numero di adesioni al Deal: se non ve ne sono di sufficienti, l’affare viene annullato e di conseguenza il cliente rimborsato. Si tratta spesso e volentieri di sconti importanti su viaggi, cene, pranzi, e l’acquisto di prodotti: anche in Italia questo tipo di promozione va diffondendosi sempre di più.

Infine, diverso dalle categorie sopra descritte è il voucher. Il voucher consiste in un bigletto di garanzia’, come quelli che si usano durante i viaggi al posto del denaro contante (traveller cheque) o che si usano per rappresentare la prenotazione di un biglietto, per esempio di un volo.

Ti potrebbe interessare anche: